Crea sito

Progettiamo e realizziamo soluzioni di storage networking e business continuity.

Storage networking

Progettiamo, realizziamo, manuteniamo sistemi storage su disco , SAN (Storage Area Network)NAS (Network Attached Storage), e disponiamo di soluzioni e servizi che utilizzano tecnologie innovative e standard open per garantire la business continuity e il disaster recovery semplificare l’infrastruttura e la gestione del ciclo di vita delle informazioni.

Una Storage Area Network (SAN) è una rete ad alta velocità di dispositivi di memorizzazione di massa condivisi; un dispositivo di memorizzazione di massa (storage) è una macchina che può essere composta da uno o più dischi per contenere dati. I protocolli attualmente più diffusi per l’utilizzo degli storage sono FC (Fibre Channel) ed iSCSI (Internet SCSI).

Una architettura SAN lavora in modo che tutti i dispositivi di memorizzazione siano disponibili a qualsiasi server della rete LAN o MAN di cui la SAN in questione fa parte; una SAN può essere anche condivisa fra più reti interconnesse, anche di natura diversa: in tal caso uno dei server locali fa da ponte fra i dati memorizzati e gli utenti finali.
Il vantaggio di un architettura di questo tipo è che tutta la potenza di calcolo dei server è utilizzata per le applicazioni, in quanto i dati non risiedono direttamente in alcuno di questi.

In una rete SAN le periferiche di storage sono connesse ai server attraverso una topologia costituita essenzialmente da dei canali – solitamente in fibra ottica – e da hub, swich router e bridge che in teoria consente la coesistenza di sistemi e dispositivi di storage di natura eterogenea, sebbene nella pratica gli aspetti di interoperabilità costringano ancora a creare reti SAN omogenee. Questo permette di evitare un sovraccarico della rete dato che tutto il traffico è gestito da questi dispositivi.

Normalmente una SAN utilizza dischi collegati con una struttura di tipo RAID per migliorare le prestazioni e aumentare l’affidabilità  del sistema.

Vantaggi

Chi deve poter accedere ai dati in modo rapido e sicuro e quindi la filosofia dell’architettura SAN è quella di poter integrare tutte le caratteristiche dei tradizionali sistemi di memorizzazione:

Alte prestazioni
Alta disponibilità
Scalabilità
Facilità di gestione

Tutto questo con le caratteristiche di connettività e accesso distribuito del network computing, attraverso un’architettura di rete dedicata alla gestione e archiviazione dei dati, in grado di non sovraccaricare i server nelle operazioni di scrittura e lettura dei dati, da e verso lo storage.

Le reti SAN forniscono una serie di indubbi vantaggi rispetto ai dispositivi di storage connessi direttamente ai server. Offrono una connettività any-to-any tra server e dispositivi di storage, aprendo in tal modo la strada al trasferimento diretto di dati tra periferiche di memorizzazione (dischi o tape), con conseguenti indubbi miglioramenti dell’efficienza dello spostamento dei dati e di processi, quali il backup o la replica dei dati.

Un Network Attached Storage (NAS) è un dispositivo collegato ad una rete di computer la cui funzione è quella di condividere tra gli utenti della rete una Area di storage (o disco). Un NAS ha a bordo il minimo necessario per poter comunicare via rete e uno/numerosi hard disk per l’immagazzinamento dati. Questa architettura ha il vantaggio di rendere disponibili i file contemporaneamente su diverse piattaforme come ad esempio Linux, Windows, Mac OSX, in quanto il sistema operativo implementa i server di rete per tutti gli standard più diffusi quali ad esempio FTP, Network File System (NFS) e Samba per le reti Windows.

Questi apparati non vanno confusi con gli Storage Area Network (o anche SAN) che sono soluzioni di storage ben differenti: tali sistemi comprendono una rete, piuttosto di usarla per il loro funzionamento, e sono assoggettati a tecnologie e protocolli spesso proprietari per dar luogo al trasferimento delle informazioni utili a definire le funzionalità di comunicazione interne. Talvolta un sistema NAS può essere utilizzato come nodo di una SAN, data la scalabilità di tale architettura.

Vantaggi

Il vantaggio dei NAS, oltre a centralizzare l’immagazzinamento dei dati in un solo posto invece che spargerli su diversi PC di una rete, è che sono unità altamente specializzate dal punto di vista delle prestazioni e della sicurezza dei dati: gran parte di tali sistemi può implementare schemi RAID che permettono ai dati di sopravvivere anche nel caso uno dei dischi si rompa, e permettono altresì di aggiungere e rimuovere dischi senza disattivare l’unità (hot swap). Nell’ambito di questa architettura, lo svantaggio maggiore è costituito principalmente dall’ enorme quantità di dati che passa sulla rete e dai limiti di prestazione e stabilità di NFS e degli altri filesystem utilizzabili in rete.

Per business continuity si intende la capacità di continuare ad esercitare il proprio business a fronte di eventi catastrofici che possono capitare. La pianificazione della continuità operativa e di servizio si chiama business continuity plan, e viene comunemente considerata come un processo globale che identifica i pericoli potenziali che minacciano l’organizzazione, e fornisce una struttura che consente di aumentare la resilienza e la capacità di risposta in maniera da salvaguardare gli interessi degli stakeholders, le attività produttive, l’immagine, riducendo i rischie le conseguenze sul piano gestionale, amministrativo, legale.

Per Disaster Recovery (brevemente DR) o Piano di disaster recovery (DRP, disaster recovery plan) si intende l’insieme di misure tecnologiche e processi organizzativi atti a ripristinare sistemi , dati e infrastrutture necessarie all’erogazione di servizi di business a fronte di gravi emergenze.